Close

Guida alla migrazione dal server al cloud

Consulta la nostra guida dettagliata alla migrazione per risorse e best practice per completare con successo il passaggio al cloud.


Fase 4: Test

In questa fase condurremo un test per assicurarci che sia tutto in ordine, capire quanto tempo sarà necessario per la migrazione, individuare eventuali problemi e sviluppare il runbook di migrazione.

Migrazione di prova

A prescindere dalle dimensioni dell'azienda o dalla complessità della migrazione, consigliamo a tutti i clienti di eseguire un test di migrazione prima di effettuare la migrazione vera e propria dell'ambiente di produzione. Assicurati di aver completato tutte le attività propedeutiche alla migrazione riportate nella checklist alla Fase 3 prima di usare la nostra guida per il test contenente le istruzioni dettagliate sulla migrazione di prova.

Icona punto esclamativo

Consulta la nostra documentazione su come utilizzare i Cloud Migration Assistant per effettuare la migrazione se hai scelto di usare questo metodo.

Di seguito sono elencati alcuni dei task che dovrai completare in questa fase durante la migrazione di prova:

Migrazione di prova

Esegui il backup dei dati

A prescindere dalla strategia e dal metodo di migrazione che hai scelto, ti consigliamo di eseguire il backup dell'istanza self-hosted prima di effettuarne la migrazione. Assicurati di effettuare il backup anche degli eventuali dati già presenti sul sito cloud.


Test di accettazione degli utenti

Come parte della migrazione di prova, occorre condurre un test UAT (User Acceptance Testing, test di accettazione degli utenti) per fare in modo che gli utenti finali possano replicare i task quotidiani comuni e verificare che funzionino come previsto. Questo processo consente di individuare gli eventuali problemi che potrebbero influire sugli utenti finali e di preparare il team ai cambiamenti portati dal cloud. Rileggi la Fase 6 della guida per il test per i dettagli su come condurre un test UAT.


Crea il tuo runbook e la tua timeline

Durante la migrazione di prova, stila un runbook o una checklist dettagliata degli eventi che devono verificarsi e in che momento e inserisci eventuali istruzioni, specifica chi è il responsabile di ogni task e l'intervallo di tempo impiegato per ogni passaggio. In questo modo, potrai vedere anche le interdipendenze tra i passaggi e individuare quali di questi ultimi impediranno l'avanzamento del lavoro se non li completi. Alla fine del runbook, includi un piano di mitigazione (in cui sono indicati i responsabili) da attuare se dovesse essere necessario effettuare il rollback di alcuni elementi.

Quando sei soddisfatto della migrazione di prova e dei suoi risultati, passa alla scelta della finestra di migrazione dell'ambiente di produzione e alla comunicazione del piano elaborato.